alfonso cantone

Nomina scrutatori: si doveva e si poteva fare meglio,ma meglio di niente !

318 0

VENAFRO. In vista del referendum del 4 dicembre, la Commissione elettorale comunale di Venafro ha provveduto a nominare gli scrutatori che saranno nei 12 seggi della città. Trentotto in totale. Molti dei quali scelti seguendo l’invito del capogruppo di opposizione, Alfonso Cantone, ovvero senza preferire gli amici politici bensì disoccupati, studenti e categorie più bisognose. Tre scrutatori per ogni seggio più due in quello speciale. Ecco l’elenco delle persone scelte: Anna Mascio, Nunzia Giannini, Giuseppe Bucci, Daria Vassallo, Fabrizio Notte, Annarita Buono, Luca Di Carlo (‘85), Ilaria Matteo (‘97), Gabriele Prete, Raffaele Pascale, Nicandro Zullo (‘92), Giulia Giannini, Vanessa Porcelli, Giovanna Faiola, Alessia Bruno, Clelia Santamaria, Laura Greco, Martina Di Meo, Melissa Cotugno, Federica Pezza (‘88), Andrea Di Silvestro (‘87), Vanessa Salvatore (‘93), Maicol Leonetti (‘96), Manuela Nardolillo, Lorena Cassella, Marco Giancola, Anna Laura Iannicelli, Maria Teresa Rabuano, Pasquale D’Angelo (‘80), Miriana Punzi (‘93), Antonio Taffuri (‘68), Marco Cimino (‘92), Maurizio Stefanelli (‘77), Annalaura Giannini (‘88), Antonella Cambio (‘74), Raffaella Fracassi Bonafiglia, Felice D’Apollonia e Angela Sinagoga (‘89). Niente sorteggio, ma una precisa volontà del sindaco Antonio Sorbo e di Pasquale Barile, Sergio Petrecca e Elena Bianchi, ovvero i componenti della Commissione elettorale comunale. L’appello di Cantone era stato raccolto subito da Barile. Tuttavia, il capogruppo di minoranza si è dichiarato soddisfatto ma non completamente poiché è vero che una parte degli scrutatori è stata scelta tra disoccupati e studenti ma è altrettanto vero che scorrendo i nomi dell’altra parte tutto si può dire tranne che siano persone bisognose di un aiuto. Ovviamente, il criterio di scelta non è oggettivo nè univoco, pertanto tutti i 38 scrutatori che formeranno i seggi cittadini sono pienamente legittimati a svolgere tale ruolo anche perché si sono preventivamente iscritti nell’apposito albo.

Fonte: Primo piano Molise

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi