Ma mi faccia il piacereLa rubrica di Marco Travaglio da Il Fatto Quotidiano 2…

42 0


Ma mi faccia il piacere

La rubrica di Marco Travaglio
da Il Fatto Quotidiano 2 ottobre 2017

Fantocci, batti lei. “Mi pare che si vadi in una direzione assolutamente serena…” (Dario Franceschini, Pd, ministro dei Beni culturali, presentando il suo ultimo libro a Ottoemezzo, La7, 21.9). Capace che Di Maio, se va al governo, gli chiede di restare ministro.

Serena analisi. “Violante: ‘Tra i Pm c’è il virus del nazismo’” (Il Dubbio, 30.9). C’è persino chi arrestò una medaglia d’oro della Resistenza, Edgardo Sogno, per colpo di Stato.

Il grande venditore. “Berlusconi contro Salvini: ‘Venderò cara la pelle’” (La Stampa, 26.9). Solo la sua, o anche quella rifatta?

Mai dire culona. “La caduta di Berlusconi: è stata la culona” (il Giornale, 31.12.2011). “Ciao ciao culona” (il Giornale, 29.6.12). “Ora Travaglio ammette: ‘Merkel culona? Una fake news’” (il Giornale, 30.9.2017). Povero Sallusti, gli è caduto un mito.

Severa autocritica/1. “Fa effetto vedere amministratori comunali pagati da tutti i cittadini che, anziché schierarsi con le forze dell’ordine e con le istituzioni, rilanciano le immagini della rivoluzione francese e dei tempi della ghigliottina” (Matteo Renzi, segretario Pd, a proposito di un consigliere comunale M5S di Torino che ha solidarizzato con un esponente dei centri sociali arrestato durante il G7, 1.10). In effetti, che un candidato premier attacchi ogni giorno i carabinieri del Noe e il pm anticamorra Henry John Woodcock è proprio una vergogna. Bravo, Matteo.

Severa autocritica/2. “Di Maio mette in discussione la Costituzione” (Renzi, a proposito delle frasi di Luigi Di Maio sulla riforma dei sindacati, 30.9). Anzichè devastarla come volevo fare io.

L’uomo giusto. “La commissione parlamentare di inchiesta sulle banche è un impasto di demagogia e pressapochismo che, al di là delle migliori intenzioni, non produrrà nulla di buono per le istituzioni” (Pierferdinando Casini, senatore Ap, 5.4). Dev’essere per questo che hanno scelto lui per presiederla.

Fake Foglio. “Secondo fonti del Foglio, oggi il gup di Roma potrebbe decidere di rinviare la sindaca (Raggi) a giudizio per falso” (il Foglio, 28.9). “La repubblica giudiziaria culla delle fake news” (il Foglio, 29.9). Tipo la fake news dell’imminente rinvio a giudizio della Raggi da parte del gup, quando ancora i pm non gliel’avevano neppure chiesto.

Condannato cioè assolto. “Crolla il teorema dei pm: Del Turco assolto 9 anni dopo” (Il Dubbio, 28.9). “Ne approfittiamo per fare i complimenti ai vari Penati, Del Turco, Mastella e gli altri che sono stati appena assolti da accuse di corruzione” (Mattia Feltri, La Stampa, 30.9). Per la cronaca, su Del Turco è caduta l’associazione per delinquere, ma c’è già la condanna definitiva per induzione indebita (la vecchia concussione, ben più grave della corruzione) a 3 anni e 11 mesi. Quindi crolla il teorema dei pm, tanti complimenti.

Logica repubblichina. “No di Alfano, affonda lo Ius soli” (Repubblica, 27.9). “Boschi: Ius soli nella prossima legislatura” (repubblica.it, 28.9). “Chiamiamo le cose col loro nome, senza giri di parole o finzioni: hanno vinto la propaganda della Lega, la furbizia di Grillo e Di Maio” (Mario Calabresi, Repubblica, 27.9). Poichè la maggioranza boccia lo Ius soli, è colpa delle opposizioni.

Allarme rosso. “Conti di Roma, allarme del Tesoro” (Il Messaggero, 30.9). Massimo esperto mondiale di debito pubblico, Padoan teme la concorrenza.

Il trascinatore di folle. “Non voglio fare una ridotta di sinistra del 3%” (Giuliano Pisapia, Campo progressista, 30.9). In effetti se lo sogna.

Coda di Boccia. “Antimafia, il no di Boccia: trattati come delinquenti” (Il Messaggero, 30.9).Il presidente di Confindustria ce l’ha con la norma sul sequestro dei beni per gli indagati di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione che non sanno giustificare beni sproporzionati al lavoro che fanno. Lui ne conosce per caso qualcuno? E come lo chiamerebbe, se “delinquente” non gli garba? Birichino? Scavezzacollo?

Colpa di Virginia. “Calenda accusa: la Raggi non risponde, tavolo a rischio’” (Il Messaggero, 1.10). Prova con le sedie.

Il titolo della settimana/1. “Travaglio ordina, la Lucarelli esegue: travaso di bile, ‘editoriale’ a casaccio contro Silvio Berlusconi” (sito di Libero, 1.10). Forse gli “amici” di Libero si stupiranno, ma al Fatto non si danno ordini e la Lucarelli scrive ciò che vuole. Però li comprendiamo, dev’essere la forza dell’abitudine: omnia mundis, omnia zozza zozzis.
[…] continua

l’articolo completo su Il FQ oggi in edicola
➡️ http://www.ilfattoquotidiano.it/il-fatto-quotidiano-prima-…/
➡️ http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/ma-mi-faccia-il-piacere-69/


Ma mi faccia il piacere

La rubrica di Marco Travaglio
da Il Fatto Quotidiano 2 ottobre 2017

Fantocci, batti lei. “Mi pare che si vadi in una direzione assolutamente serena…” (Dario Franceschini, Pd, ministro dei Beni culturali, presentando il suo ultimo libro a Ottoemezzo, La7, 21.9). Capace che Di Maio, se va al governo, gli chiede di restare ministro.

Serena analisi. “Violante: ‘Tra i Pm c’è il virus del nazismo’” (Il Dubbio, 30.9). C’è persino chi arrestò una medaglia d’oro della Resistenza, Edgardo Sogno, per colpo di Stato.

Il grande venditore. “Berlusconi contro Salvini: ‘Venderò cara la pelle’” (La Stampa, 26.9). Solo la sua, o anche quella rifatta?

Mai dire culona. “La caduta di Berlusconi: è stata la culona” (il Giornale, 31.12.2011). “Ciao ciao culona” (il Giornale, 29.6.12). “Ora Travaglio ammette: ‘Merkel culona? Una fake news’” (il Giornale, 30.9.2017). Povero Sallusti, gli è caduto un mito.

Severa autocritica/1. “Fa effetto vedere amministratori comunali pagati da tutti i cittadini che, anziché schierarsi con le forze dell’ordine e con le istituzioni, rilanciano le immagini della rivoluzione francese e dei tempi della ghigliottina” (Matteo Renzi, segretario Pd, a proposito di un consigliere comunale M5S di Torino che ha solidarizzato con un esponente dei centri sociali arrestato durante il G7, 1.10). In effetti, che un candidato premier attacchi ogni giorno i carabinieri del Noe e il pm anticamorra Henry John Woodcock è proprio una vergogna. Bravo, Matteo.

Severa autocritica/2. “Di Maio mette in discussione la Costituzione” (Renzi, a proposito delle frasi di Luigi Di Maio sulla riforma dei sindacati, 30.9). Anzichè devastarla come volevo fare io.

L’uomo giusto. “La commissione parlamentare di inchiesta sulle banche è un impasto di demagogia e pressapochismo che, al di là delle migliori intenzioni, non produrrà nulla di buono per le istituzioni” (Pierferdinando Casini, senatore Ap, 5.4). Dev’essere per questo che hanno scelto lui per presiederla.

Fake Foglio. “Secondo fonti del Foglio, oggi il gup di Roma potrebbe decidere di rinviare la sindaca (Raggi) a giudizio per falso” (il Foglio, 28.9). “La repubblica giudiziaria culla delle fake news” (il Foglio, 29.9). Tipo la fake news dell’imminente rinvio a giudizio della Raggi da parte del gup, quando ancora i pm non gliel’avevano neppure chiesto.

Condannato cioè assolto. “Crolla il teorema dei pm: Del Turco assolto 9 anni dopo” (Il Dubbio, 28.9). “Ne approfittiamo per fare i complimenti ai vari Penati, Del Turco, Mastella e gli altri che sono stati appena assolti da accuse di corruzione” (Mattia Feltri, La Stampa, 30.9). Per la cronaca, su Del Turco è caduta l’associazione per delinquere, ma c’è già la condanna definitiva per induzione indebita (la vecchia concussione, ben più grave della corruzione) a 3 anni e 11 mesi. Quindi crolla il teorema dei pm, tanti complimenti.

Logica repubblichina. “No di Alfano, affonda lo Ius soli” (Repubblica, 27.9). “Boschi: Ius soli nella prossima legislatura” (repubblica.it, 28.9). “Chiamiamo le cose col loro nome, senza giri di parole o finzioni: hanno vinto la propaganda della Lega, la furbizia di Grillo e Di Maio” (Mario Calabresi, Repubblica, 27.9). Poichè la maggioranza boccia lo Ius soli, è colpa delle opposizioni.

Allarme rosso. “Conti di Roma, allarme del Tesoro” (Il Messaggero, 30.9). Massimo esperto mondiale di debito pubblico, Padoan teme la concorrenza.

Il trascinatore di folle. “Non voglio fare una ridotta di sinistra del 3%” (Giuliano Pisapia, Campo progressista, 30.9). In effetti se lo sogna.

Coda di Boccia. “Antimafia, il no di Boccia: trattati come delinquenti” (Il Messaggero, 30.9).Il presidente di Confindustria ce l’ha con la norma sul sequestro dei beni per gli indagati di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione che non sanno giustificare beni sproporzionati al lavoro che fanno. Lui ne conosce per caso qualcuno? E come lo chiamerebbe, se “delinquente” non gli garba? Birichino? Scavezzacollo?

Colpa di Virginia. “Calenda accusa: la Raggi non risponde, tavolo a rischio’” (Il Messaggero, 1.10). Prova con le sedie.

Il titolo della settimana/1. “Travaglio ordina, la Lucarelli esegue: travaso di bile, ‘editoriale’ a casaccio contro Silvio Berlusconi” (sito di Libero, 1.10). Forse gli “amici” di Libero si stupiranno, ma al Fatto non si danno ordini e la Lucarelli scrive ciò che vuole. Però li comprendiamo, dev’essere la forza dell’abitudine: omnia mundis, omnia zozza zozzis.
[…] continua

l’articolo completo su Il FQ oggi in edicola
➡️ http://www.ilfattoquotidiano.it/il-fatto-quotidiano-prima-…/
➡️ http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/ma-mi-faccia-il-piacere-69/


Source

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi