La conclusione prospettica della via Gian Battista della Valle era affidata alla facciata della chiesa delle Mancanelle. In epoca abbastanza recente la chiesa fu abbattuta perché pericolante e tutte le pietre che la costituivano accatastate in quell’area. Grazie all’opera di volontari nel 2000 si è cercato di rimettere insieme alcune di queste pietre e ridare un accenno di forma alla facciata che servisse a testimoniare dell’importante presenza del passato.
Sull’origine della chiesa non si hanno notizie certe ma essendo posta all’interno della città medievale e soprattutto del nucleo longobardo, analizzando i caratteri architettonici della facciata grazie all’aiuto di una foto d’epoca, possiamo affermare che di sicuro la sua esistenza non è posteriore al XIII secolo. La facciata della chiesa presentava un portale rettangolare con architrave sporgente sormontato da lunetta circolare. Allineato al portale il finestrone centrale, di sicuro successivo alla fondazione, e al termine della facciata in posizione più elevata la struttura che ospitava due celle campanarie a vento. L’abbattimento della chiesa e l’eliminazione della g